Impara qualcosa di nuovo ogni giorno

innuova
dicembre 19, 2012

cirriE’ questo il titolo di memrise ed è proprio il motivo per cui ce ne interessiamo. Memrise è un sito nel quale vengono raccolti materiali e strumenti per l’apprendimento delle lingue. E’ basato su tre elementi: una base scientifica; la centralità del gioco; l’apporto della community. Crediamo che per questo possa essere una base di apprendimento dalla quale c’è molto da apprendere (se ci passate il gioco di parole).

L’elemento informazione scientifica è basato sui più recenti studi riguardanti le modalità con le quali lavora il nostro cervello e cerca di costruire una metodologia consona a tale funzionamento. In particolare viene stimolata la connessione delle nuove informazioni con quelle già presenti e possibilmente legate alle azioni più quotidiane, nel nostro cervello; una costante attività di testing che sia differenziata e stimolante e che provveda a stimolare per differenti vie; un sistematico rinnovamento delle informazioni prima che queste decadano come uno yogurt scaduto.

Memrise ha inserito le informazioni in un gioco dove ci si impegna a costruire un variegato giardino della memoria. Ci si impegna così a far crescere e annaffiare i propri apprendimenti facendo emergere gli elementi di memoria e muovendosi come dentro una sfida; come dentro un videogioco.

La community contribuisce in questa costruzione. L’intuizione è stata proprio quella di utilizzare il “seme” dei social network, trasformando la comunità degli utenti dei corsi, in un ampissimo gruppo di produttori di materiali di apprendimento. Se il nostro cervello apprende in modi estremamente differenti, produrre materiali di apprendimento quanto più vasti e differenti non può che essere funzionale a massimizzare le opportunità di apprendimento di ciascuno.

Ci piace prendere memrise come un esempio evidente di come attivare innovazione nei processi di apprendimento e di organizzazione delle informazioni, utilizzando al massimo le attuali potenzialità delle tecnologie dell’informazione.

Stefano Ranieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 12 =